Sowed: il social wedding che fa bene alle donne

Negli ultimi anni in Italia sempre più giovani hanno deciso di investire nel sociale e nella sostenibilità, due pilastri ormai fondamentali per la creazione di un business forte e unico nel suo genere. Tra le varie iniziative è impossibile non citare Sowed, una onlus fondata dalla fashion stylist romana Veronica Bello e nata dall’unione di due parole, sociale e wedding appunto, con l’intento di promuovere un’idea innovativa di matrimonio, grazie all’utilizzo di abiti e accessori da sposa o da cerimonia in generale, nuovi o usati, donati da vari Atelier, Designer o Privati permettendo a chiunque, a seguito di una donazione economica, di ottenerli per realizzare il proprio sogno!

© Sowed

La onlus si pone come obiettivo primario quello di supportare le persone nella scelta di abiti che renderanno indimenticabile il giorno del proprio matrimonio, con l’intento di aiutare il prossimo non solo risparmiando ma anche contribuendo al sostenimento di varie iniziative benefiche di cui Sowed è promotrice. Viene attuato, in questo modo, un vero e proprio processo di circular economy, grazie al quale è concessa una seconda possibilità ad abiti e accessori solitamente utilizzati una sola volta nella vita, favorendo così la salvaguardia dell’ambiente e l’inclusione della sostenibilità all’interno del mondo del wedding.

“Sentirsi bene, facendo del bene”

© Sowed

Sowed racchiude al suo interno due anime. La prima è volta a mostrare sempre più l’impegno per il sociale, grazie alle innumerevoli iniziative che la onlus stessa sostiene; la seconda, invece, consiste nell’esaltare l’importanza della sostenibilità in un mondo complesso come quello dei matrimoni. Letteralmente, inoltre, la parola “Sowed” indica il “piantare, seminare”. Da qui, infatti, è possibile delineare il perfetto connubio creato tra il wedding, la sostenibilità e il sociale.

© Sowed

Le donazioni eseguite a favore di Sowed permettono alla stessa onlus di sostenere progetti a favore di donne svantaggiate, tra cui vittime di violenza, detenute o ex-detenute, ma anche con problemi socio-economici o immigrate, attraverso la realizzazione di corsi di formazione professionale e workshop, con il fine di garantire alle stesse un futuro migliore, partendo proprio dall’ambito lavorativo.

Sowed è un chiaro esempio di azienda nata con l’intento di apportare cambiamenti significativi all’interno del mondo del lavoro. L’idea di una giovane ragazza, desiderosa di creare un vero e proprio atelier sociale, non solo risulta una grande sfida all’interno di un settore molto complesso, come quello del wedding, ma appare anche una grande opportunità per promuovere iniziative benefiche e aiutare sempre di più un numero elevato di donne che ogni giorno affrontano innumerevoli difficoltà, dando a queste la speranza di poter migliore la propria vita. È necessario, infatti, che si promuovano iniziative di questo tipo, capaci di far riflettere e sensibilizzare ancora una volta le persone verso quei temi, quali impegno sociale e sostenibilità, utilizzati molto spesso impropriamente dai singoli individui.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social, lasciaci un feedback e continua a seguire TheBEStrend sulle pagine social ufficiali!

Un abbraccio virtuale,

Francesca