Nature Up: bioliquefazione & Made in Italy

Negli ultimi anni il mondo del beauty ha deciso di attuare una vera e propria rivoluzione, testando nuove tecniche produttive sostenibili e utilizzando materie prime di qualità con l’obiettivo di nutrire la pelle con ingredienti sempre più naturali. Nature Up di Bema Cosmetici ne è un chiaro esempio.

Il brand ha deciso di rendere unici i propri prodotti grazie alla bioliquefazione, ovvero un processo green ad elevata tecnologia, indispensabile nel mondo della cosmesi, per mezzo del quale vengono prodotti principi attivi di origine naturale e a base acquosa grazie all’utilizzo di scarti agroalimentari, come bucce vegetali di frutta e verdura, all’interno delle quali è possibile reperire un’elevata quantità di vitamine.

Più nel dettaglio, la bioliquefazione prevede un processo di diluizione attraverso il quale una certa quantità di enzimi converte in liquido la sostanza molecolare. L’intera tecnologia, inoltre, non prevede l’uso di solventi organici né la generazione di rifiuti nocivi, favorendo così la valorizzazione delle materie prime impiegate nei processi di produzione.

Nature Up, infatti, punta sulla realizzazione di prodotti 100% Made in Italy, grazie all’utilizzo di ingredienti tipici provenienti da regioni italiane, tra cui:

  • mele del Trentino Alto Adige;
  • crusca della vallata del Po;
  • pomodoro della Puglia;
  • linfa di vite delle colline Emiliane;
  • bucce d’uva dell’Emilia;
  • rucola della Romagna;
  • limone della Sicilia;
  • fico d’india della Sicilia;
  • verbasco del Mediterraneo.

Tutti i prodotti sono cruelty free e presentano la certificazione ICEA (Istituto Certificazione Etica Ambientale), grazie alla quale vengono garantite la salute dell’uomo e la salvaguardia dell’ambiente. Molte altre risultano essere le caratteristiche del brand, come mostrato di seguito.

Il rispetto per l’ambiente è garantito anche grazie all’utilizzo di uno specifico packaging. Gli imballaggi, ad esempio, sono ottenuti riciclando materiali impiegati per altri imballaggi o attraverso il riciclo continuo di carta e cartone. Per le confezioni dei prodotti, invece, viene impiegato cartone riciclato e non trattato con cloro, mentre le vernici di stampa risultano essere ad acqua per favorire un completo riciclo. I contenitori degli stessi prodotti sono realizzati tramite vetro o plastica (polietilene), facilmente riciclabili. L’intero processo di produzione, inoltre, non prevede la generazione di emissioni nocive nell’atmosfera.

La sfida di Nature Up, come quella di molte altre aziende nel settore, è condurre un numero sempre più elevato di individui a modificare le proprie abitudine di vita, come può risultare una semplice skincare giornaliera, contribuendo così a salvaguardare non solo la propria salute ma anche quella dell’ambiente circostante e, infine, favorendo la diffusione delle buone pratiche di sostenibilità nella vita di tutti i giorni.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social, lasciaci un feedback e continua a seguire TheBEStrend sulle pagine social ufficiali!

Un abbraccio virtuale,

Francesca