Vertige – sostenibilità al femminile

Negli ultimi anni sempre più giovani aziende decidono di includere nel proprio core-business la sostenibilità. In particolare, questo tema appare di vitale importanza all’interno dell’industria del fashion; un’azienda che ha deciso di abbracciare la filosofia sostenibile è Vertige, un brand nato in Emilia-Romagna dall’idea di Monica Cantelli, la quale ha deciso di puntare sulla realizzazione di un progetto volto a supportare le donne e la loro vita frenetica, donandogli uno stile contemporaneo, raffinato e unico.

Punto di forza del brand è sicuramente la maglieria di pregiata qualità, realizzata grazie all’esperienza e alla tradizione sartoriale dell’Emilia-Romagna, coniugando insieme la forza del Made in Italy, lo stile fresco ed elegante, l’ottimo rapporto qualità e prezzo, ma soprattutto il rispetto del proprio territorio e la consapevolezza della rilevanza della sostenibilità.

Vertige ha deciso, attraverso le sue collezioni, di esaltare l’eccellente qualità italiana dei filati e l’utilizzo di materiali sostenibili impiegati all’interno del processo produttivo. Per tale ragione, il brand è sempre più impegnato nella ricerca di filati sostenibili derivanti da cotone 100% riciclato.

La forza dell’azienda si percepisce anche nell’attenzione minuziosa posta nei confronti dei propri lavoratori, della catena di fornitura e, infine, nella creazione di una relazione attenta e rispettosa con i propri consumatori. Uno degli obiettivi principali del brand, inoltre, è l’instaurazione di un rapporto solido con il retail.

L’essenza di Vertige può essere racchiusa in tre parole:

  • etica
  • femminilità
  • eleganza

Nell’epoca attuale, sempre di più, stiamo assistendo alla transizione da parte di grandi e piccoli brand di moda verso la creazione di collezioni definite “sostenibili”, perché basate sulla ricerca e sull’utilizzo di materiali naturali e riciclati, avendo come fine ultimo quello di ridurre gli impatti generati sull’ambiente. Proprio uno studio recente condotto dalla One Ocean Foundation, in stretta collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana e SDA Bocconi Sustainability Lab, ha contribuito ad individuare ben sette linee guida per rendere sostenibile un’attività produttiva nel mondo del fashion. Alla base dello studio vi è la convinzione che la sostenibilità debba essere ricercata in tutte le fasi della filiera, non solo nel processo produttivo, applicando un processo olistico che parta dalla ricerca dei materiali impiegati fino allo smaltimento del singolo prodotto.

Le ricerche avviate all’interno dell’industria della moda stanno spingendo sempre più giovani realtà, come Vertige, a puntare su un paradigma completamento nuovo e orientato non solo al benessere economico, ma anche a quello sociale e ambientale, ridefinendo le priorità di un’azienda e avvicinando sempre di più la stessa alla creazione di un rapporto diretto con i propri clienti finali.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social, lasciaci un feedback e continua a seguire TheBEStrend sulle pagine social ufficiali!

Un abbraccio virtuale,

Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *