Miomojo: Cactus e mela per accessori di tendenza

La sostenibilità è la grande sfida che, oggi più che mai, le aziende italiane e mondiali, di ogni dimensione, si trovano ad affrontare. Rappresenta però una grande opportunità per ripensare ai propri modelli di business, uscire dagli schemi e dalla proprio comfort zone. Un valido strumento, a loro disposizione, è rappresentato dalla creatività nella ricerca, nel riutilizzo, recupero e riciclo di materiali di scarto, al fine di ridurre il proprio impatto sull’ambiente. 

Un’azienda Made in Italy che si contraddistingue, appunto, per l’estro creativo nella ricerca di materie prime per la realizzazione dei propri prodotti di punta è Miomojo.

Miomojo. Disegnati con gentilezza.

© Miomojo

Miomojo, azienda cruelty free fondata a Bergamo nel 2012 da Claudia Pievani, realizza prodotti di pelletteria – borse, zaini per il tempo libero e l’ufficio – ma senza pelle.

Sembra paradossale ma è tutto vero! Gli articoli,infatti, sono realizzati in ecopelle vegana, materiali riciclati, fibre naturali e tessuti sintetici: bambù, cactus, reti da pesca, bucce e torsoli delle mele, scarti del caffè, vetro delle macchine sono solo alcuni dei tanti materiali innovativi, di provenienza internazionale, utilizzati dall’impresa e che rappresentano oramai il suo marchio distintivo sul mercato. 

Ma, ad esempio, come si può ottenere la pelle dal cactus? Semplice! Le foglie mature della pianta grassa vengono prima lasciate essiccare al sole e successivamente lavorate fino all’ottenimento del prodotto ricercato. 

La scelta di utilizzare tali materiali innovativi consente a Miomojo di: rispettare e tutelare gli animali; ridurre i consumi di acqua, di CO2 e di energia lungo la catena di approvvigionamento, come dimostrano i dati di BCOME (sistema di valutazione che valuta il grado di efficienza aziendale). Ad esempio, la produzione in pelle vegetale con gli scarti della mela consente di risparmiare il 73% di acqua rispetto ad una borsa realizzata in pelle di bovino o l’uso delle reti da pesca permette di ridurre del 72% il consumo di energia e dell’80% di Co2. 

L’impegno dell’azienda a contribuire allo sviluppo sostenibile non si esaurisce nella realizzazione dei prodotti; hanno, infatti ,abbracciato a 360° la sostenibilità: 

  1. utilizzano packaging in carta riciclata; 
  2. aderiscono al programma DHL Go Green per ridurre le emissioni nelle spedizioni al consumatore finale;
  3. sostengono sei progetti di charity (es. Animal Asia Foundation, Four Paws) attentamente selezionati per aiutare animali in difficoltà, devolvendo a tali cause il 10% dell’utile netto e 1 euro per ogni iscrizione alla newsletter;
  4. garantiscono ai lavoratori e ai fornitori, lunga tutta la filiera produttiva, un pieno rispetto dei propri diritti secondo quanto sostenuto dai certificati BSCI e SA8000.

“Con creatività e cura, è possibile fare fashion, senza fashion victims.”

© Miomojo

Miomojo è la dimostrazione che con impegno, passione e volontà creativa si possano realizzare accessori benfatti e funzionali, nel pieno rispetto dell’ambiente e degli esseri viventi.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social, lasciaci un feedback e continua a seguire TheBEStrend sulle pagine social ufficiali!

Alla prossima,

Maria Caterina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *