Bellezza d’altri tempi: l’Albergo diffuso Borgotufi

Tutti noi, ora come non mai, sentiamo l’esigenza di ricreare una connessione con la natura e l’ambiente che ci circonda e, a tal proposito, oggi vorrei darvi qualche spunto per pianificare la vostra prossima fuga in ottica “green” prediligendo, quindi, un turismo sostenibile e responsabile, a sostegno del nostro Bel Paese. Nel 9° Rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo” è emerso che sono sempre di più gli italiani che pianificano i loro viaggi in funzione del rispetto dell’ambiente, orientando le loro scelte su mete in grado di esaltare le bellezze naturali, i piaceri della tavola e la storia del territorio.

Se vi rivedete in questo tipo di viaggiatori, alloggiare presso un borgo diffuso può essere la scelta che fa al caso vostro.

I borghi diffusi sono delle strutture ricettive dotati di tutti i principali comfort tipici di un albergo, ma pensati per valorizzare antichi borghi, molto spesso nascosti ed abbandonati, recuperando e riadattando le strutture già esistenti in chiave moderna ma senza stravolgerne l’architettura originaria, al fine di riassaporare quei sapori antichi e quelle tradizioni che solo un borgo può offrire. L’albergo diffuso rispecchia, quindi, un modello di sviluppo turistico sostenibile, in grado di incentivare l’economia locale e combattere lo spopolamento dei borghi.

Questa estate, durante una visita a Castel del Giudice in Molise, sono piacevolmente venuta a conoscenza dell’esistenza di un antico aggregato rurale: l’Albergo diffuso Borgotufi.

“Borgotufi rappresenta innanzitutto una dichiarazione unanime d’amore da parte dei suoi abitanti per un territorio dalla bellezza primitiva, di grande rilievo storico, enogastronomico e naturalistico”.

© Borgotufi Albergo diffuso

L’Albergo diffuso Borgotufi, frutto di un attento ed accurato recupero architettonico – realizzato da un gruppo di imprenditori originari della zona che hanno condiviso questo ambizioso progetto con istituzioni locali e cittadini – sorge nel Comune di Castel del Giudice, in provincia di Isernia. Le unità abitative che caratterizzano il borgo, recuperate con criteri antisismici, coniugano sapientemente comfort moderno e tradizione: il design minimalista ma allo stesso tempo accogliente delle case rispetta le tradizioni e lo stile dei suoi abitanti. Gli elementi originali recuperati a nuova vita in pietra locale e legno, donano all’ambiente un’atmosfera accogliente e familiare.

Executive Suite Deluxe Borgotufi Albergo diffuso
© Borgotufi Albergo diffuso

Il borgo diffuso vanta anche: un delizioso ristorante interno, “Il Tartufo” volto a valorizzare le eccellenze enogastronomiche della zona alto molisana, come il tartufo bianco, i formaggi tipici e le mele biologiche autoctone e un centro benessere, dove poter trascorrere dei momenti di relax. Tanti anche gli itinerari alla scoperta del territorio: dalla visita guidata dei meleti circostanti, coltivati con tecniche di agricoltura biologica, alla scoperta di castelli, abbazie e siti di interesse storico, come il sito archeologico di Sepino e il relativo museo, passando per i percorsi guidati di trekking lungo il territorio montano.

Per concludere, che siate in cerca di un soggiorno all’insegna del divertimento o che vogliate rilassarvi nella natura incontaminata, Borgotufi sarà in grado di soddisfare tutte le vostre esigenze.

Lasciatevi incantare dalla bellezza antica e senza tempo dell’Albergo diffuso Borgotufi, esempio virtuoso da seguire, che permette di vivere un’esperienza unica a contatto con la natura in un territorio tutto da scoprire, il Molise.

A presto,

Federica

Fonte: https://www.borgotufi.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *