Featured

PLAYWOOD.IT, l’incontro tra Design e Sostenibilità

Seguendo il trend globale legato alla ricerca della sostenibilità dei modelli di business, non solo economica ma anche sociale ed ambientale, il mondo dell’arredamento e del design ha avviato una vera e propria trasformazione, acquisendo gradualmente un’anima green e ricercando soluzioni sempre più “customizzate”.

La filiera dell’arredo, come le filiere di altri settori, è chiamata ad esplorare nuove soluzioni in grado di incorporare all’interno dei prodotti offerti design, sostenibilità e tecnologia, per adeguare gli spazi domestici, lavorativi e dedicati al tempo libero alle logiche di pluri-funzionalità dettate dalla vita sempre più dinamica, poliedrica e attenta all’ambiente degli individui, valorizzando l’evoluzione di questo nuovo stile di vita.

La ricerca di nuove soluzioni di arredo, infatti, si muove anche verso la realizzazione di prodotti sostenibili, progettati in un’ottica di salvaguardia dell’ambiente e del clima, capaci di ridurre l’impatto ambientale e le emissioni di CO2.

Molte imprese, in particolare le giovani realtà operanti nel campo del design d’arredo, stanno mostrando un approccio maturo e consapevole al loro business, adottando i principi dell’economia circolare fin dalla fase di progettazione dei prodotti, concependo processi che prevedono l’utilizzo di energie rinnovabili, di materiali certificati, riciclati e/o riciclabili e realizzando una logistica dal minor impatto ambientale, concretizzando il loro impegno a contrastare il cambiamento climatico e lo sfruttamento delle risorse naturali.

Tre le imprese virtuose del mondo del design d’arredo che stanno contribuendo a rivoluzionare l’intero comparto, viene naturale parlare di Playwood.it. , una giovane startup “Made in Italy”, che realizza linee di arredo completamente personalizzabili, secondo i principi dell’Eco-Design.

L’attività di Playwood inizia nel 2016, quando un team affiatato e appassionato, composto da tre emiliani – Stefano Guerrieri, Carlotta Nizzoli, Mirco Bonilauri – e mosso dalla volontà di proporre una nuova concezione di arredo, decide di investire in un’idea vincente e rivoluzionaria.

I tre imprenditori hanno così portato sul mercato una tipologia di arredo basata su un sistema di assemblaggio sostenibile e funzionale, in grado di realizzare mobili personalizzabili sulla base delle specifiche esigenze degli spazi e delle persone. Il core di questa tipologia di arredo sono dei semplici connettori che permettono di creare infinite combinazioni di pannelli di legno e, per ciò, di realizzare diverse strutture di arredo, adattandosi ad ogni necessità di trasformazione di destinazione d’uso degli spazi interni ed esterni.

Ogni volta che il cliente lo vorrà, potrà ripensare l’arredo dei suoi spazi senza dover acquistare nuove componenti. Le componenti Playwood, infatti, si assemblano come mobili dalla diversa funzionalità, configurandosi come cantinette, librerie o scaffalature. Una soluzione che permette di strutturare il proprio spazio personale in modo interscambiabile e semplice, senza l’utilizzo di attrezzi o conoscenze specifiche.

Dopo solo un anno e mezzo dall’esordio dell’innovativo sistema di assemblaggio, questa realtà fa ancora un passo in avanti: lancia sul mercato una propria linea di arredo, debuttando con la scrivania Karya. Karya, in linea con la brand identity di Playwood, ha linee semplici, è altamente funzionale, facile da assemblare e smontare, leggera da spostare e pensata per rispondere a qualsiasi esigenza di chi la utilizza come postazione per il lavoro. Queste caratteristiche saranno tipiche dei successivi prodotti della linea quali la Libreria Karya, il mobile componibile Adakto e il lettino per bambini Happycentro.

I principi che guidano il business di questa start-up sono, dunque, quelli tipici dell’Eco-Design e dell’economia circolare, chiaramente riscontrabili nei prodotti Playwood:

  • utilizzo di materie prime seconde di alta qualità: i telai degli arredi Playwood provengono dagli sfridi di altre catene produttive. Questo garantisce l’impego e la valorizzazione di materie prime di alta qualità che, se non impiegate, sarebbero destinate allo smaltimento. Una scelta virtuosa che assicura la costruzione di arredo in legno sostenibile, evitando l’abbattimento di alberi, fondamentali per la salute del nostro Pianeta e per il nostro benessere.
  • Innovazione: Playwood ha intrapreso un percorso di innovazione del prodotto, partendo dalla consapevolezza che le cause dello spreco del comparto dell’arredamento sono da ricercarsi nel cambio delle tendenze, nell’elevato costo di riparazione o ricondizionamento dei mobili, nei materiali scadenti e nell’impossibilità di assemblare, disassemblare o riconfigurare gli arredi. Tali aspetti non permettono alle persone di fare scelte di acquisto più consapevoli di fronte al trade-off tra risparmio e sostenibilità. I prodotti sviluppati da Playwood hanno fatto breccia nel settore, non solo in Italia ma anche all’estero, perché hanno dato alle persone un’opzione di acquisto diversa: prodotti che avrebbero conservato, composti da parti che possono essere riparate o sostituite singolarmente, senza necessariamente smaltire l’intero prodotto.
  • materie prime di alta qualità e approvvigionate nel rispetto dei tempi di rigenerazione delle risorse naturali: le linee di arredo Playwood sono realizzate in betulla, legno pregiato e di alta qualità, scelto per la sua principale caratteristica: la resistenza. La startup porta avanti costantemente una ricerca accurata delle materie prime da utilizzare per le sue linee. La ricerca si orienta soprattutto verso prodotti a basso impatto ambientale. Infatti, il legno impiegato è certificato FSC Misto e PEFC, a garanzia di prodotti realizzati con legno proveniente da fonti responsabili, che promuovo una gestione sostenibile delle foreste.
  • allungamento della vita utile del prodotto: i mobili progettati da Playwood sono fatti per durare nel tempo, per trasformarsi, per ri-configurarsi secondo i bisogni e le idee delle persone, incoraggiando un modo di pensare l’arredo che favorisca il riutilizzo dei materiali, evitando la discarica e che rispetti la natura. Questa modalità di progettazione viene agevolata dall’uso di materie prime di alta qualità, come il legno di betulla, famoso per la sua resistenza.

La società, dunque, è portavoce di un nuovo concetto di arredo, realizzando prodotti innovativi e sostenibili, che rispondono tanto ai bisogni delle persone quanto a quelli dell’ambiente e, quindi, capaci sia di rispondere all’esigenza di gestione dinamica degli spazi che di contrastare l’utilizzo di mobili usa e getta. Inoltre, per rafforzare il suo impegno verso un business sostenibile, ha anche intrapreso l’iter per l’ottenimento della certificazione B Corp.

Playwood è un simbolo di successo Made in Italy che ha saputo, sperimentando con coraggio, unire la passione per il design alla sostenibilità, mostrando nuove strade da percorrere al settore di riferimento e cogliendo le opportunità che le sfide legate al cambiamento climatico, alla salvaguardia del pianeta e ai nuovi bisogni emergenti della società hanno posto all’economia globale, facendo leva su circolarità, innovazione e imprenditoria consapevole.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social, lasciaci un feedback e continua a seguire TheBEStrend sulle pagine social ufficiali!

A presto,

Sara